Ripensare promozioni ed engagement in era post Covid-19

Contest, concorsi, operazioni a premio, ma anche sampling e tasting: le persone sono tornate a fare la spesa e hanno voglia di giocare, in modo nuovo e con nuove promozioni!

Camilla Loperfido

Camilla Loperfido

11/06/2020

Ripensare promozioni ed engagement in era post Covid-19

È capitato a molti e anche a noi: durante il lockdown alcune iniziative promozionali, concorsi già pianificati, attività di sampling e degustazioni sono state cancellate.

Nuovi scenari, nuove opportunità

Di contro, numerose iniziative hanno avuto risultati incoraggianti, soprattutto se parliamo di concorsi a premio “acquista e vinci” o “gioca e vinci”, contest social e attività charity. Alcune tipologie di shopper engagement hanno fatto registrare punte di incremento che vanno fino al 23%.

Ciò dimostra che lo shopper ha ancora voglia di entrare in relazione con i brand, di giocare, essere gratificato e premiato.

In questa fase post-lockdown gli scenari non sono più quelli del 2019 e si presenta quindi la necessità di ripensare un nuovo Shopper Marketing che tenga conto delle diverse meccaniche di relazione con le insegne, di che cosa si può e non si può fare oggi sul punto vendita, delle attuali necessità e desideri delle persone, di possibili trend e contesti futuri.

Le risposte di Proxima

Dal canto nostro ci siamo già messi al lavoro insieme ai nostri clienti in ambito Mass Market individuando e implementando, ad esempio, modalità di sampling e testing in assenza di hostess, nuove meccaniche di gioco tra fisico e digitale, contest artistici e user generated content.

L’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di mantenere sempre un’ottica “win, win, win”: vince il brand, vince lo shopper, vince l’insegna.