Runner in Vista, ne parlano già sole24ore e Repubblica.

Presentato il progetto di Runner in Vista, in una conferenza stampa che ha visto la presenza di tanti giornalisti ed autorità.

Ad aprire i lavori Christian Recalcati, Amministratore Delegato Larry Smith Italia, società che gestisce gli undici centri commerciali coinvolti e tra i promotori dell’iniziativa. “L’evoluzione delle gallerie commerciali ci porta da tempo a impegnarci anche nel sostegno di iniziative legate ad azioni di charity, nonché di valorizzazione e scoperta dei territori. I Centri Commerciali non sono solo più un punto di riferimento per lo shopping, ma realtà oramai più complesse e articolate, che cercano di soddisfare esigenze anche di carattere ecologico, sociale e culturale dei propri visitatori con iniziative e servizi dedicati. Runner in vista è un progetto innovativo, coinvolgente ma anche divertente, capace di unire persone di ogni età per un obiettivo davvero nobile: sensibilizzare per un mondo vivibile e accessibile a tutti, anche ai non vedenti. E siamo davvero orgogliosi di essere tra gli ideatori e sviluppatori di questo evento”.

Mario Barbuto, presidente nazionale dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, intervenendo in collegamento ha portato i suoi ringraziamenti. “Grazie a questo progetto si contribuisce a migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità visiva in Italia. Le risorse raccolte ci permetteranno, infatti, di sviluppare un’intensa azione di promozione delle attività fisiche, motorie e sportive per tutte le persone non vedenti e ipovedenti e a realizzare progetti sportivi che risultano particolarmente preziosi per assicurare uno sviluppo armonico e integrale della personalità e della crescita”.
Con questa iniziativa saranno finanziati in particolare i progetti del programma Esplora realizzato dall’UICI che, attraverso attività sportive ed esplorative, aiutano bambini e ragazzi con disabilità visiva ad acquisire una maggiore consapevolezza dell’ambiente circostante e a raggiungere indipendenza ed autonomia.

Emilio Mori, Senior Account di Proxima spa, nel suo intervento ha sottolineato come “I progetti più straordinari sono quelli che nascono dai sogni e dalle passioni. Lo sport, l’amore per il proprio territorio e la solidarietà sono stati i concetti primari a cui ci siamo ispirati per ideare e realizzare Runner in Vista. Un grande lavoro di squadra fra Proxima, Larry Smith Italia, l’UICI, le istituzioni locali e le decine di associazioni di volontariato presenti nelle città coinvolte. Lavorare a quattro mani con il cliente ad un progetto che abbia l’ambizione di lanciare un messaggio di solidarietà e regalare a dei bambini non vedenti la possibilità di costruirsi un futuro migliore, sono le cose che più amiamo del nostro mestiere”.

A portare i saluti del CONI, Fabio Pagliara Segretario Generale FIDAL, Federazione Italiana di atletica leggera “La cosa più bella dell’atletica è che unisce. Ecco, la corsa è democratica: bastano un paio di scarpette per correre. Per questo, quando ci sono iniziative di alto profilo sociale, noi ci siamo. A partire da Runner in vista, i prossimi mesi sono ricchi di appuntamenti importanti: il 22 maggio saremo alla corsa del ricordo a Palermo per i 25 anni della strage di capaci e il 17 settembre con il comune di Roma e il Vaticano organizzeremo la mezza maratona di Roma via Pacis, un collegamento simbolico fra le tre religioni  con una corsa.”

La conferenza stampa di presentazione è stata anche l’occasione per illustrare l’accessibilità del nostro sito, un sistema replicabile in altre realtà e contesti, ha sottolineato Vincenzo Zoccano Coordinatore del Gruppo di lavoro OSI, l’Osservatorio dei siti internet dell’UICI nato per affrontare le sfide della tecnologia e dell’accessibilità, non più legate solamente al web, ma anche ai device, alle APP e ai wearables. “Il sistema ideato garantisce la possibilità di ottenere siti accessibili ai disabili visivi e non solo e dimostra ancora una volta che non è necessario costruire un sito ad hoc, ma che le persone con disabilità possono utilizzare un sito “standard” se opportunamente progettato” conclude Zoccano “un sito accessibile, esteticamente accattivante e senza costi aggiuntivi”.

 

http://stream24.ilsole24ore.com/video/notizie/runner-vista-5-km-centri-commerciali-italiani/AEIDxiCB?refresh_ce=1

http://www.repubblica.it/sport/running/storie/2017/04/27/news/_runner_in_vista_via_alle_corse_per_sostenere_l_unione_ciechi-164033800/